TVB BEFFATA IN RIMONTA. LA G.S.A. UDINE VINCE AL PALAVERDE 62-65

TVB BEFFATA IN RIMONTA. LA G.S.A. UDINE VINCE AL PALAVERDE 62-65

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – APU GSA UDINE 62 – 65

DE’ LONGHI: Fantinelli 9 (4/6, 0/2), Moretti 9 (2/9, 1/5), Perl 3 (1/2, 0/1), Malbasa 8 (3/7 da 2), Ancellotti 15 (7/9 da 2); La Torre 11 (3/4, 1/3), Saccaggi 2 (1/2 da 2), Rinaldi 5 (1/2, 0/1). NE: Perry, Artuso, Poser, Marini. All.: Pillastrini

G.S.A.: Pinton 3 (0/3, 1/2), Veideman 19 (4/9, 1/7), Okoye 18 (2/10, 2/4), Gatto 0 (0/1 da 2), Fall 20 (8/8, 1/2); Diop 0 (0/1 da 3), Nobile 1 (0/1, 0/2), Mastrangelo 0 (0/2 da 3), Traini 4 (0/1, 1/3), Ferrari 0 (0/2 da 2), Vanuzzo 0 (0/2 da 3). NE: Chiti. All.: Lardo

ARBITRI: Terranova, Caruso, Nuara.

NOTE: pq 11-14, sq 31–23 tq 48-35. Tiri liberi: Treviso 12/21, Udine 19/28. Rimbalzi: Treviso 39+11 (Ancellotti 15+3), Udine 25+8 (Fall 11+1). Assist: Treviso 15 (Moretti 5), Udine 11 (Veideman). Fallo tecnico a Rinaldi al 24’24” (39-28). Spettatori: 5075.


Si sapeva che sarebbe stata una partita tosta e difficile e così è stato: una De’ Longhi rimaneggiata (out Negri e Perry, Saccaggi pochi minuti in campo) soffre nel primo quarto, si esprime al meglio nelle fasi centrali poi cala inevitabilmente alla distanza. Peccato perché è sfumata la possibilità di consolidare il primo posto, ma ora l’imperativo è resettare in vista dell’ultimo match di regular season.

LA CRONACA

Avvio sprint di Treviso che riesce a trovare buone cose da Perl e Fantinelli. Quando può correre, la De’ Longhi sa far male, ma l’ingresso dell’ex Pinton, condito dall’immancabile tripla, scuote la Apu GSA che infila un parziale di 10-0 con Okoye e Fall grandi protagonisti. TVB ha qualche problema in fase offensiva, così Pillastrini si affida ad Andrea La Torre che ripaga la fiducia del coach con cinque punti di fila che riportano sotto la De’ Longhi, brava a restare a contatto in un inizio di gara difficile.

Nella seconda frazione Malbasa si erge a protagonista anche a livello offensivo e propizia un break importante della De’ Longhi che infila dieci punti di fila grazie anche a Saccaggi e ad un sempre presente Ancellotti. Al 13’ è già 21-14 e Udine in attacco non trova soluzioni da fuori. Lardo allora prova a giocarsela da sotto con Fall e Okoye e viene ripagato dai suoi colored. Ma Ancellotti continua ad essere un fattore e Fantinelli trova canestri importanti allo scadere dei 24’. Treviso mantiene il controllo delle operazioni e La Torre fissa il punteggio sul 31-23 con una bella azione personale in chiusura di quarto. De’ Longhi che domina a rimbalzo (29-17, 10 del solo Ancellotti) mentre fatica da tre (0/8). Udine invece si appoggia quasi solo ad Okoye e Fall (10 punti a testa, 5/5 da due per Fall).

Nel terzo quarto decolla il gioco e la De’ Longhi offre momenti di puro spettacolo, come sull’alley-hoop di Fantinelli per Ancellotti. Si accende anche Moretti e Ancellotti domina sotto le plance. Passa quasi inosservato il fallo tecnico fischiato a Rinaldi, mentre Udine fatica tremendamente a trovare la via del canestro, riuscendoci solo con Veideman, finalmente efficace in attacco. Con un Malbasa super anche in fase offensiva la De’ Longhi trova il suo massimo vantaggio sul 48-31 a due minuti dall’ultima pausa. Veideman accorcia le distanze con quattro punti, ma il margine sembra rassicurante a dieci giri di lancette dalla fine.

E invece, sul più bello, la De’ Longhi si inceppa. Udine alza all’inverosimile la pressione difensiva e con due triple, di Veideman e Traini, fa suonare l’allarme in casa TVB. Pillastrini chiama time-out, ma gli ospiti non si fermano e segnano da tutte le posizioni, rimontando fino al 49-48 con un parziale di 17-1. Treviso trova punti solo dalla lunetta, dove comunque spreca troppo (12 su 21 il dato alla fine) e così la squadra di Lardo mette la freccia e sorpassa con Okoye (54-53). Fantinelli c’è, ma Fall trova una tripla insperata. La APU sale a +3 con Veideman, ma la schiacciata di Ancellotti e il libero di La Torre valgono il pareggio a quota 59 a un minuto dalla fine. Un paio di palle perse tolgono a Treviso la possibilità di giocarsi la vittoria, così Veideman ed Okoye mettono il sigillo dalla lunetta. Udine resta così in corsa per i playoff mentre la De’ Longhi e la Virtus vengono raggiunte in testa da Trieste. Verdetti e abbinamenti rimandati all’ultima giornata quando TVB dovrà cercare i due punti contro Piacenza, poi sotto con i playoff, con prima partita che si disputerà il 30 aprile o il primo maggio in base al piazzamento in regular season.

Ubaldo Saini